Il Ghetto Ebraico di Roma

Aggiornato il: 10 ott 2020

Nella sua unicità, Roma racchiude nel suo cuore un Gioiello.


Ci troviamo tra Trastevere e il Teatro Marcello, basta infatti percorrere il Ponte Fabricio per attraversare il Fiume Tevere e trovarci nel Ghetto Ebraico di Roma.


Sono un po' cresciuta in questo quartiere e ogni volta ripercorrerlo mi riporta indietro nel tempo.

Passeggiare tra le sue viuzze cariche di storia e tradizioni, ricordando i dolori e gli episodi che le hanno segnate per sempre, mi trasmette l'orgoglio di un popolo che non si è mai arreso e l'amore irrefrenabile per questa Città.


La Storia Ebraica non è fatta solo di drammi, orrori e leggi razziali, ma è ricca anche di forza, di tradizioni!

Sapevi che, tra il popolo ebraico, è usanza impastare, il venerdì sera, una treccia di pasta dolce, chiamata "Challah" che viene consumata durante lo Shabbat?


Nelle consuetudini ebraiche ha molto valore l'unione della famiglia, lo stare tutti insieme e tramandare di generazione in generazione la storia recente raccontata dai nonni, che purtroppo li ha resi protagonisti di assurde tragedie, affinché il dolore non svanisca e si ripeta nel futuro. 




Durante le nostre visite alla scoperta proprio dei luoghi cardine del popolo ebraico di Roma, ripercorreremo anche i sapori che accompagnano da decenni e decenni le tipiche tavole giudaiche, concluderemo così la nostra giornata con un croccante Carciofo alla Giudia, con la famosa Concia, con gustosi frittini e tante altre prelibatezze!


Vuoi partecipare anche tu al prossimo Tour del Ghetto Ebraico con Apericena Tipico?

Clicca qui per saperne di più!



#tourdiroma